Aldo Ragone

La mente e l'anima del pianista italiano Aldo Ragone sono consacrate a comunicare la complessità e la bellezza della vita attraverso l'intricato e sensuale linguaggio della musica. Pianista straordinario, con una portentosa capacità di rapportarsi con i grandi compositori ed incantare il pubblico con le loro opere, con "...un suono di grande qualità, senza abbandonarsi al cieco virtuosimo..." (La Gazzetta del Sud), Ragone elettrizza i suoi ascoltatori in tutto il mondo con un repertorio che spazia da Bach a Villa-Lobos, da Franck a Dallapiccola, da Chopin a Scriabin.. "Egli possiede una qualità che considero fondamentale in un artista odierno: la curiosità ed il desiderio di scoprire nuove ed insolite composizioni" (Massimiliano Damerini, pianista concertista, Italia). Tuttavia, il desiderio di scoperta è solo un aspetto di questo fervore. Il cosmo di Ragone non è completo fintanto che la scoperta non sia affinata, perfezionata ed eseguita. Con "...il suo stile, caratterizzato da buon gusto e passione, egli impersona un eccezionale unione di perfezione tecnica e ricchezza di invenzione artistica..." (Pavel Gililov, pianista concertista, Germania). Difatti, Ragone gode del rispetto e dell' ammirazione di grandi pianisti contemporanei, i quali concordano con il suo mentore Aldo Ciccolini nel dire che le sue sono "...doti di inconfondibile stampo concertistico...".

Aldo Ragone apporta una singolare sintesi di tradizione europea ed americana alla sua vita di artista. Diplomato presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma sotto la guida di Giuseppe Scotese, continua i suoi studi in altre significative scuole pianistiche europee, tra cui la Fondazioni Cini di Venezia, dove, grazie ad una borsa di studio triennale, studia con il Maestro Eugenio Bagnoli, allievo di Alfredo Casella. I suoi studi più importanti sono senza dubbio quelli con il celeberrimo pianista Aldo Ciccolini, che rimane il suo mentore. Nel 2007 ottiene il Dottorato in Esecuzione Pianistica con la pianista russa Larissa Dedova, allieva di Lev Oborin, presso l'Università del Maryland, a College Park, dove é assistente di pianoforte dal 2003 al 2006. La sua tesi comprende l'esecuzione delle 10 Sonate e dei 24 Preludi Op. 11 di Alexander Scriabin. Grazie alla sua dedizione alla musica scriabiniana, Raisa Scriabine, pronipote del grande compositore russo, lo invita a suonare all'ambasciata russa di Washington, D.C., in occasione dello Scriabin Memorial Day, il 27 aprile 2006. Nel 2008, ottiene l'Artist Diploma in Esecuzione Pianistica presso l'Università di Denver, dove gli viene assegnata una borsa biennale e studia pianoforte con Theodor Lichtmann e Steven Mayer e musica da camera con il primo violino della Colorado Symphony Orchestra, Yumi Hwang-Williams, e la violinista Linda Wang. Altri studi includono quelli con Marcella Crudeli presso l'Ecole Normale de Musique Alfred Cortot a Parigi, dove riceve il Diploma in Esecuzione Pianistica all'unanimità e con le congratulazioni della giuria, e due borse di studio del governo del Lussemburgo per una masterclass internazionale nella Città di Lussemburgo con Evgenij Moguilevsky nel 1999 e Pavel Gililov nel 2001. Suona, inoltre, in masterclass per importanti artisti e pedagoghi, tra cui Andrè Watts, Ann Schein, ed il pianista russo Tigran Alikhanov, direttore del conservatorio di Mosca. Durante un soggiorno in Colorado, gli viene assegnata una borsa di studio per studiare con Rita Sloan al Festival di Aspen.

Aldo Ragone si è particolarmente distinto in concorsi nazionali ed internazionali, vincendo 8 primi premi tra 19 totali. Tra questi, si ricordano i primi premi al Concorso Internazionale di Castellaneta nel 1999 ed al Concorso Nazionale di Brindisi nel 1996. Altre vittorie sono quelle ai Concorsi Internazionali di Marsala 1999, Barletta e Monopoli nel 2000. Nel 2000 vince il premio Albert Roussel al Concorso Internazionale di Roma ed il Premio Speciale per la migliore esecuzione di un brano moderno al Concorso Internazionale Florestano Rossomandi. Nel giugno 2004 é finalista al Concorso Internazionale Adilja Alieva in Francia. Nello stesso mese, la Società Italiana di Cultura di Washington, D.C., gli conferisce lo "Young Artist Award" per meriti artistici. Nel 2007 viene selezionato per diventare membro della società onoraria PHI KAPPA PHI come uno dei migliori studenti dell'Università del Maryland.

Aldo Ragone si e’ esibito in varie citta’ italiane quali Roma, Venezia, Genova, Torino, Napoli, Bari, Lecce, Siena, e molte altre. Ha suonato per numerose associazioni tra le quali la Fondazione Giorgio Cini di Venezia, il Museo degli Strumenti Musicali ed il Teatro La Scaletta di Roma, Il Coretto di Bari, il Castello Aragonese di Otranto, il Conservatorio Tito Schipa di Lecce, le sale Thalberg e Aldo Ciccolini di Napoli, il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Vespasiano di Rieti, il Teatro dell'Unione di Viterbo ed in importanti eventi musicali quali Musica a Piazza Colonna a Roma e la Rassegna di Musica Contemporanea al Teatro Comunale di Latina. Inoltre, ha eseguito, per il circuito televisivo nazionale Cinque Stelle, presso il Teatro Alfonso Rendano di Cosenza, il Secondo Concerto per Pianoforte ed Orchestra di Sergei Rachmaninov.

Nel 2003, debutta al prestigioso Kennedy Center di Washington, D.C., negli U.S.A. In seguito, tiene recital nella Gildenhorn Recital Hall del "Clarice Smith Center for the Performing Arts" all’Università del Maryland, College Park; a Washington, D.C. presso la Dacon-Bacon House, l’Istituto Culturale Brasiliano ed il Washington Arts Club; nell'area metropolitana di Washington nella Sanford Concert Series, la Societa’ Italiana di Cultura e la Strathmore Hall Mansion; in Virginia al Lyceum, nella stagione della Fairfax Town Hall e nella Rappahannock Music Series; a Baltimora nella stagione della Old St. Paul Church; in Maryland nella "Sanford Concert Series". In Colorado, ottengono grande successo i suoi concerti alla Hamilton Recital Hall e alla Gates Concert Hall presso il Newman Center della Denver University, nella Brown Bag Series della Trinity Cathedral di Cleveland, Ohio e soprattutto le sue esecuzioni del Concerto n. 5 di Camille Saint-Saens e del Concerto n. 2 di Sergei Rachmaninov, trasmesso dalla KPOF Radio Station di Denver, con la Denver Philharmonic Orchestra, e del Concerto di Alexander Scriabin con la Niwot Timberline Symphony in Colorado. Tiene inoltre masterclass in varie università

Altre apparizioni includono un concerto interamente dedicato a Scriabin al Sommerclassics Musik Festival a Saffig in Germania, l'esecuzione del concerto BWV 1052 in re minore di Bach con l'Orchestra Giovanile Petrassi a Zagarolo, e concerti nella “Bloomsbury International Recital Series” a Londra, al Festival Internazionale di Mezza Estate di Tagliacozzo, al Festival Beethoven di Sutri, al prestigioso Festival Pontino, al Tuscia Opera Festival e alla rassegna Roma Musica Estate. Nel 2012 debutta in Turchia con due recital ad Istanbul al Pera Piano Festival e al Caddebostan Kultur Merkezi e vi ritorna nel 2013, esibendosi in altri due recital, ancora al Pera Piano Festival di Istanbul e al Festival di Gumusluk, ed eseguendo il Concerto di Scriabin con la Eskisehir Symphony Orchestra.

Nel 2009 e nel 2010 il governo degli U.S.A. gli ha accordato un visto per abilità straordinarie nel campo musicale.

Dal 2007 al 2009 ha insegnato pianoforte alla Regis University di Denver. E' docente di Pianoforte Principale al Conservatorio Statale di Musica Lorenzo Perosi di Campobasso.